Furie rosse: Blu di freddo e di Fifa

Furie rosse: Blu di freddo e di Fifa

CEM Torricelli - MTV Nera Milano 3-1 (25-13 18-25 25-16 25-20)

In un PalaManara più luminoso di una spiaggia caraibica ma più freddo di un igloo, arriva una MTV che galleggia nelle ultime posizioni del girone e non ha quindi nulla da perdere: un pericoloso trappolone post natalizio per la capolista ancora stordita tra festeggiamenti e qualche malanno di stagione.

La partita parte come da copione, con le Furie Rosse in pieno controllo ed il gioco che scorre placido e fluido fino ad un sereno 25-13 finale. Confermate le sensazioni dell’andata, serenità in campo ed in tribuna.
Il secondo set scuote invece la paciosa confidenza delle nostre Ragazze. Il servizio si conferma un fondamentale problematico (anche stavolta a fine partita gli errori si conteranno a decine), mentre la ricezione pretende dazi sanguinosi. Si parte 0-4 per MTV, e ci vuole tutta la concentrazione possibile perché il CEM torni in partita, con qualche bel punto delle due Federiche dal centro e di Silvia dalla banda. Sul 13-7 CEM le cose sembrano rimettersi secondo natura, ma non è così: mentre le avversarie entrano in trance agonistica, le nostre si inabissano, perdendo per 25-18 tra lo sgomento generale. L’attitudine torna però subito quella giusta: le Furie Rosse si riconnettono alla partita e scattano sul 5-1 con una bella Lara che intimidisce in prima linea; Sara infila tre punti di fila tra servizi vincenti e sciabolate dalla banda; Virginia, ottima alternativa di una pur brava Eleonora, piazza ace a grappolo e smista palloni con la serenità di una veterana; Marta fa davvero male con imprendibili conclusioni mancine; Si ristabiliscono le distanze, e si vince meritatamente per 25-16 Mentre Silvia ed Emma restituiscono solidità alla ricezione, una nuova sciarada di ace in salto di Virginia e qualche bel colpo di Sara ci garantiscono il 25-20 nel quarto ed ultimo set di una partita non bella ma intensa.

Se come dicevano gli spartani è meglio Sudare in allenamento che non sanguinare in battaglia, le nostre Furie Rosse hanno proprio bisogno di tornare in palestra e recuperare i loro ritmi consueti. Lunedì si inaugurerà il nuovo campo di via Boncompagni, che dovrebbe riportare un po’ di costanza nel lavoro di questo bel gruppo.
Mancano solo tre partite per chiudere imbattute questo girone di ferro, a partire dalla sfida di Basiglio di domenica prossima: forza Ragazze, non molliamo!

II divisione U21: Esordio Vincente

II divisione U21: Esordio Vincente

CEM Torricelli - AG Milano 3-2 (18-25 23-25 25-23 25-18 15-8)

Mentre impegni internazionali creano qualche vuoto in tribuna, una II divisione U21 col panettone sul gobbone evita la tradizionale sconfitta post-natalizio, storica nemesi delle squadre CEM.
Il fondo degli ultimi mesi basta infatti a salvare la ghirba strappando una prima sudata vittoria che favorisce il percorso di amalgama in campo, così come l’alcol del Mexicali lo favorisce sugli spalti.

Agghiacciante l’inizio partita CEM (1-9): l’emozione del debutto porta errori sia in ricezione che al servizio e pochissimi attacchi (con)vincenti. Una AG Milano sempre in controllo vince così facile il primo set per 18-25. La reazione d’orgoglio che il pubblico CEM si attende arriva già dal secondo set, giocato sempre punto a punto finché le nostre Ragazze passano avanti 21-18: sanguinose rasoiate dritte e mancine (spettacolari alcuni punti di Marta) legittimano la prima mini - fuga CEM, ma con una un’inattesa reazione di orgoglio l’AG rimette la freccia e vince anche il secondo set (25-23). Sgomento in campo e fuori, mentre serpeggia la sensazione che la frittata sia ormai irrimediabilmente fatta.

L’inizio del terzo set ricalca i precedenti, ma questo gruppo ha davvero grandi risorse e non si perde d’animo. Se Eleonora esce per rifiatare dopo aver dato il suo prezioso contributo, ecco una Giorgia che non la fa rimpiangere, se Gaia B riporta efficacia anche in battuta, ecco la professoressa Silvia (migliore in campo anche oggi) che sale in cattedra e macina instancabile palloni e salvataggi. È la sveglia, è la vittoria del set per 25-23, è la svolta della partita.
Nel quarto set si allungano gli scambi e si gioca finalmente meglio: la CEM registra la difesa grazie anche a Federica M che stampa muri preziosi come banconote. Vinciamo il set per 25-18., tutto torna in perfetta parità, nei set così come nel punteggio.

La remuntada si completa al tiè break, dove partiamo bene (4-0) e non ci facciamo più riprendere: canticchiando “se saltelli vince il Torricelli” il pubblico esausto si guadagna la meritata via di casa.

Menzione d’onore per il secondo arbitro che salva la partita aiutando un giovane arbitro-vigile urbano che mulina le braccia e fischia punti apparentemente a caso interpretando le mimiche facciali in campo e provocando spesso le ire del pubblico e del nostro sanguigno coach.

In sintesi, una bella prova di orgoglio CEM, per una squadra che non aveva mai giocato insieme prima, capace di compensare le ancora tante sbavature (più di venti errori in battuta a fine partita). Un bel gruppo in costruzione che il tempo e la mano sapiente di Marco sapranno sicuramente plasmare al meglio. Progressi che dovremo vedere in campo già il 28 gennaio a Rho, dove ci aspetta Quel Brighella di un Osella che non vede l’ora di farci un bello scherzetto di carnevale.....

I Divisione Femminile Blu: la Rabbia e l’Orgoglio

I Divisione Femminile Blu: la Rabbia e l’Orgoglio

CEM Torricelli - G.S.SF 82 3-2 (25-21 24-26 18-25 28-26 15-6)

“La Rabbia e l’Orgoglio”. Prendiamo in prestito il titolo di un libro di una famosa scrittrice italiana perché ben rappresenta quanto accaduto venerdì 20 dicembre 2019 al Paladionigi.

Siamo al quarto set dell’incontro fra la CEM e il G.S. SF 82 sul punteggio di 23 pari con il G.S.SF 82 avanti per due set a uno. Le due squadre lottano punto a punto, il G.S.SF 82 per chiudere la partita, la CEM per non perdere l’ennesima occasione di fare punti. E’ anche un momento di bel gioco, con azioni combattute, attacchi, difese, tutti protesi alla ricerca del massimo sforzo. Sul 23-23 ecco il colpo di scena: un attacco del G.S.SF 82 finisce sul nastro, ma l’arbitro non si accorge, il gioco prosegue e il punto va alla squadra ospite. La protesta nasce spontanea, ma il direttore di gara sente probabilmente un insulto e tra lo stupore generale estrae un doppio cartellino rosso e giallo, che tradotto significa espulsione per il set per una nostra atleta. Il Paladionigi si trasforma in una bolgia. Accompagnato da cori poco amichevoli l’arbitro si reca al tavolo per refertare la sua decisione apparsa a tutti eccessiva per una gara filata liscia tra due squadre che si sono battute con lealtà e sportività , senza alcuna contestazione. Peccato, ma alla CEM restano due vie: abbandonarsi allo sconforto e cedere il passo o trasformare la rabbia in orgoglio. E così avviene! Le Ragazze impattano sul 24-24, poi ancora sotto 24-25, pareggio a 25-25, avanti 26-25, raggiunte sul 26-26 e poi il doppio colpo del KO 28-26 per una CEM galvanizzata e un pubblico esultante in completa estasi. Al tie break ci va un G.S.SF 82 tramortito e una CEM che si è trasformata in un rullo compressore. L’Avversario perde lucidità, ora commette errori gratuiti e finisce in breve schiacciato sotto i colpi delle nostre Ragazze. Risultato finale 15-6 e vittoria alla CEM per 3-2: il modo migliore per chiudere la prima parte della stagione che finora, bisogna ammetterlo, è stata al di sotto delle aspettative e delle possibilità. Troppe volte al posto della rabbia e dell’orgoglio sono apparse facce spente e smarrite. Un vero peccato perché non va dimenticato che giocare in prima divisione è un onore, rimanerci è un dovere, non valorizzare il proprio talento è uno spreco. E’ bello vedervi esultare a fine gara! Sicuramente state tornando sul binario giusto, ora pedalare e trovare continuità; in palestra negli allenamenti, in campo lottando su ogni pallone. I vostri tifosi vi vogliono “BELLE”!

BUON NATALE, BUONE FESTE A TUTTI e naturalmente FORZA CEM.

Under 18 MB: Chi la dura la vince!

Under 18 MB: Chi la dura la vince!

Geas Sesto S. Giovanni - CEM Torricelli 2-3 (19-25 25-20 25-18 21-25 10-15)

Mentre il clima natalizio attutisce il traffico tentacolare di Sesto, con i ritardatari che rincorrono gli ultimi doni ed i party aziendali che regalano gioie e balocchi ai più piccini, il temibile Geas affila le sue sciabole per un assalto all'arma bianca che vale una buona fetta di speranze di passare il turno. Niente da fare: le Furie Rosse chiudono imbattute il 2019, con un punticino di vantaggio sulle avversarie ma anche con una partita da recuperare, mentre il Geas si deve accontentare di una buona fetta di panettone.

Pur non schierando tutti gli effettivi, Coach Mazzilli conosce bene il valore delle avversarie e non si fa certo ingannare dal 3-0 dell’andata. La concentrazione è massima, le Furie Rosse partono subito avanti con una prova solida di Viola F e nonostante alcune sbavatura in attacco. Qualche muretto di Federica M, alternato ad una spruzzatina di ace chiudono sul 25-19 un set importante, perché anche in caso di arrivo a pari punti ci permetterà di avere una differenza set favorevole.  

Ma la tensione in campo non cala ed è chiaro che entrambe le squadre ci tengono a vincere, così che le sorprese sono dietro l’angolo.... Il secondo set sembra la fotocopia del primo, con le Furie Rosse in controllo, vantaggi rassicuranti prima per 10-6 e poi 17-13 ma una lunga serie di errori cambia il vento e manda in archivio un un’inattesa sconfitta per 25-20.
L’inizio del terzo set è punto a punto, con Sara-banda e la professoressa Silvia che salgono in cattedra (sua la spettacolare schiacciata in diagonale da fuori banda nei tre metri), ma a metà set il Geas prende comunque il largo e non lo riprendiamo più. L’altissima palleggiatrice avversaria sorprende la nostra difesa con un paio di belle seconde palle punto, e si spegne la luce: 25-18 Geas. Ad inizio quarto set fa davvero freddo (-6) e le bambole di cera in campo rosso blu non scaldano certo l’ambiente. Il coach trova però le parole giuste per scuotere la squadra: Federica S ricuce lo strappo e ci riporta in partita; donna ragno Silvia fa ritrovare entusiasmo sul campo e sugli spalti, arrampicandosi sulla parte della palestra per salvare un pallone impossibile; Sara prima e Francesca B subito dopo portano a casa il set del riscatto.

Le Furie Rosse finalmente sono tornate, i servizi velenosi di Silvia (alla fine probabilmente la migliore in campo) ed il suo supporto sicuro alla ricezione fanno passare in secondo piano anche qualche chiamata dubbia dell’arbitro. 15-10 il finale, con una prova altalenante in cui il coach è riuscito a mantenere in campo fino in fondo la sua squadra, superando i tanti momenti difficili.

Salutiamo la capolista e festeggiamo, ma senza esagerare con il panettone, che il calendario è ancora denso !
Buone feste a tutti

U18 MB: Furie Rosse impallate – Avversarie rilanciate.

U18 MB: Furie Rosse impallate – Avversarie rilanciate.

Apes Milano - CEM Torricelli 2-3 (32-30 13-25 23-25 25-23 12-15)

Niente da fare: anche quest’anno si conferma maledizione del Natale che vede le Furie Rosse patire le feste, tra ponti, malattie e stravizi che rischiano di vanificare il buon girone d’andata.

Ne consegue un inizio girone di ritorno da cardiopalma: quello che si sperava fosse un tranquillo testacoda si tramuta in una partita thriller, in cui l’Aspes avrebbe potuto tranquillamente vincere.

Le Avversarie ci cuociono a fuoco lento nel primo set, perso per sfinimento a 32 punti, ed il sospetto che l’atmosfera natalizia avrebbe regalato numerosi errori da ambo i lati serpeggia subito in una partita davvero bruttina.
Una facile vittoria a 13 nel secondo set illude su una svolta, ma l’Aspes non molla, e già nel terzo set le Furie Rosse la spuntano per il rotto della cuffia e solo dopo un lungo inseguimento.
Ma non è proprio serata: si perde il quarto ed è tie break dove l’orgoglio CEM prevale sulla stanchezza per il 15-12 definitivo.

Onore delle armi per questa Aspes ma anche preoccupazione per questa CEM che ha davvero bisogno di tornare sui fondamentali, in primis servizio e ricezione, e tornare alla concentrazione delle prime giornate.

Forza Furie, che adesso viene il bello, a partire dall'appassionante sfida a casa del Geas che vale il primato !

Under 18 MB: Vince ma non Convince

Under 18 MB: Vince ma non Convince

CEM Torricelli - Centro Schuster Nera 3-0 (25-17 25-22 25-20)

Dopo Nerone, anche CEM - Centro Schuster merita la damnatio memoriae

Mai sottovalutare le avversarie!!!

In barba alla classifica, lo Schuster scende in campo agguerrito e con una onesta partita potrebbe vincere almeno un set, ma si arrende schiacciato dai suoi stessi errori. Anche se SaraB riesce a tramutare in preziosi punti molti dei palloni che tocca, per le Furie Rosse è una brutta serata, e le palle migliori potrebbe averle giocate Cece a bordo campo.

Ed in attesa di visitare il Geas per giocarci il passaggio del turno, ci sono ancora due settimane per rimboccarsi i calzettoni e tornare a scintillare... Forza Furie, FORZA CEM !

Vittoria (senza fuochi d’artificio) delle Tigrotte Rosse contro OMF

Vittoria (senza fuochi d’artificio) delle Tigrotte Rosse contro OMF

OMF Milano - CEM Torricelli 0-3 (20-25 15-25 19-25)

Le Tigrotte Rosse cominciano il girone di ritorno da Capolista imbattuta con la trasferta con l'OMF, agevolmente sconfitta all'andata.

Il primo set parte abbastanza equilibrato, si procede punto su punto fino a che il turno in battuta di Gio F ci porta in vantaggio più netto. Dopo una bella schiacciata di Antia e qualche servizio azzeccato ci ritroviamo 17/11. La ricezione funziona abbastanza ma l'attacco langue: Cate picchia moscio, Gio infila un paio di errori e anche Vane pasticcia a rete, consentendo così alle avversarie di rimontare. Sul 20/18 entra Elisa per Bianca, Gio F torna in battuta e ci portiamo sul 23/18. Senza brillare le Tigrotte restano tecnicamente superiori e con un ace di Vanessa ci portiamo a casa il set 25/20.

Nel secondo set entra Gaia M al posto di Gio F con Elisa ancora al palleggio. Iniziamo bene: con bell'attacco di Cate e un paio di ace di Antia  andiamo agevolmente sul 5/0. Poi il gioco diventa noioso, tra errori reciproci, poche azioni e punti principalmente su battuta arriviamo sul 16/10. Entra Emma per Cate, Eli realizza un bel salvataggio e Giorgia G un paio di ace: le Tigrotte volano sul 20/10 e Antia lascia il posto a Lavinia  (che si fa subito valere in difesa) per il suo esordio in campionato: benvenuta! Nonostante qualche debolezza a muro, grazie a Bea che salva un paio di palle, e a Gaia M e Emma che realizzano e lasciamo il servizio a OMF sul 24/15. Una palla a rete delle avversarie chiude il set 25/15 per le Tigrotte, anche questo è portato a casa.

Nel terzo set tornano Bianca e Gio F, Sara entra come Opposto e Gaia D sostituisce Bea. Le Tigrotte si fanno prendere inizialmente in contropiede e nonostante siano partite con una bella azione si fanno superare lasciando alle avversarie un leggero vantaggio: siamo 2/4 quando un paio di punti ben assestati di Sara una buona azione tra Bianca e Gio F e un bel gioco di Gio G ci riportano sul 8/5. Un pò di sfortuna, qualche errore e nonostante si veda più gioco in campo rispetto ai set precedenti l'OMF riesce a raggiungere il pareggio 10/10. Grazie a Vanessa e Antia, ci portiamo sul 15/10 ed entra Cate come centrale su Giorgia G. Qualche azione più concitata, bene Sara e Gaia D, finalmente un pò di gioco e voliamo 22/17. Rientra Lavinia e fa punto, entra Emma al posto di Sara, siamo 23/18. Peccato un errore di Bianca dopo un lungo scambio, ma poi due belle azioni della CEM ci portano agevolmente alla vittoria chiudendo set e partita 25/19.

Un match oggettivamente abbastanza semplice per le nostre Tigrotte, che non hanno probabilmente dato il loro meglio (soprattutto in attacco) ma che ha permesso a Ramona di far ruotare molto la squadra e a tutte le Ragazze di farsi valere (una menzione speciale a Sara e a Lavinia).

Una vittoria comunque meritata e dedicata dalle Tigrotte Rosse al loro Dirigente con tanto affetto!

Prossima sfida al PalaMincio contro la Bracco Pro Patria sabato 14/12. Forza CEM!!!!!

 

Under 18 MB: Vinta la Battaglia di Segrate

Under 18 MB: Vinta la Battaglia di Segrate

Volley Segrate 1978 - CEM Torricelli 1-3 (25-21 27-29 14-25 15-25)

Le Furie Rosse della U18 MB consolidano il primato nel girone con una convincente vittoria per 3-1 sul Segrate probabilmente la squadra più forte incontrata fino ad ora.

Inizio nervoso delle nostre Ragazze che nel primo set subiscono una squadra ben organizzata e molto regolare che in difesa da il meglio di sé prendendole veramente tutte. Troppi i nostri errori per riuscire a contrastarle e concediamo il primo set del campionato per 25-21 perdendo anche Eleonora per una distorsione alla caviglia.

Il secondo set molto equilibrato sale progressivamente di intensità. Le Furie Rosse sbagliano meno, riacquistando qualità nei fondamentali,  mentre la solida difesa del Segrate comincia a mostrare qualche crepa. L’intesa palleggio-centrali funziona, la ricezione è perfetta. Il set diventa una vera battaglia, punto a punto, con grande qualità da parte di entrambe le squadre. Le Furie Rosse non mollano un centimetro e tra il delirio dei tifosi della CEM portano a casa il set 29-27. Un solo dato: in 56 punti un solo errore in battuta.

La partita è girata. Gli sguardi delle Ragazze sono cambiati consapevoli di essere una squadra. Il muro CEM non concede nulla al Segrate, gli errori diminuiscono i reparti funzionano bene. Ora è la nostra difesa a prenderle tutte mentre il Segrate sembra calare progressivamente.  Vinciamo il terzo set con un 25-14 che non lascia margini a interpretazioni portandoci sul 2-1

Il quarto set è senza storia. Le nostre Ragazze salgono in cattedra con una ritrovata continuità e qualità di gioco mentre Segrate non reagisce ad una crisi evidente. L’ultimo parziale è di 25-15 regalandoci la vittoria per 3-1: la quinta vittoria consecutiva.

Una grande prestazioni di carattere, dove ognuna a fatto la sua parte. Coach Mazzilli sa ora di poter contare su un gruppo dove la panchina è pronta a supplire alle momentanee difficoltà delle titolari con personalità e continuità di gioco. Davvero una bella sensazione.

Under 16 Rossa: Vittoria nello scontro al vertice con Rodano

Under 16 Rossa: Vittoria nello scontro al vertice con Rodano

Polisportiva Rodano - CEM Torricelli 1-3 (17-25 20-25 25-21 20-25)

Pantegane Rosse (o Tigrotte, o Sardine... Non mi ricordo più cosa avevamo deciso, son confuso…) impegnate a Rodano in questo piovoso sabato di fine novembre.

CEM che recupera in extremis Caterina semi infortunata almeno per la panchina. Avversarie in maglia blu elettrico con libero rosa shocking evidentemente sotto età.

Franci non chiude la schiacciata per il primo punto del Rodano e lascia al libero Gaia D l'onore del primo punto CEM. L'impresa non sembra impossibile dalle prime battute e infatti una buona vena al servizio di Emma ci porta al primo time out avversario sull'11-17 per noi. Un'inarrestabile Vanessa a servizio ci trascina fino a +8, ma una nostra incredibile serie di errori riporta in partita le avversarie. Un attacco di Emma interrompe la lunghissima serie negativa. Giorgia G sostituisce una Francesca dalle polveri bagnate ma è una serie di servizi sicuri di Antia prima e di Giorgia G poi a condurci fino al secondo timeout avversario sul 23-16 e quindi alla fine del set, chiuso sul 25-17 da due attacchi di Giorgia F e Vanessa.

Nel secondo set entrano Gaia M per Giorgia F e Bea per Gaia D. Il set inizia con un nostro attacco in rete come il primo, ma è di nuovo il turno a servizio di Antia a restituire sicurezza alla CEM e a portarci in pari. Si continua così punto-punto tra un nostro attacco efficace ed un nostro errore fino al 5-6 quando vediamo finalmente un primo attacco delle avversarie. Le ragazze del Rodano prendono coraggio e iniziano a giocare portandosi in vantaggio. Entra Caterina per Emma ma una serie incredibile di nostri errori ci porta fino al massimo svantaggio. Sul 15-12 Asia prende il posto di Bianca. Esce anche Antia sostituita da Giorgia F ma ci vuole un punto rubato annullato da una contesa per dare la sveglia alle Sardine, che iniziano a macinare il recupero dal 19-12 con una serie di buoni servizi e buoni attacchi di Gaia. Time out avversario sul 20-18 con il tamburo di Max rovente e Caterina al servizio. Al rientro il Palarodano è una bolgia: 20 pari. Quindi 20-21, 22, 23… fino al 20-25 con un ace di Caterina al decimo servizio consecutivo. Ultras CEM in delirio e intervallo.

Terzo set che inizia con un servizio fuori ma prosegue in surplace dopo il galvanizzante recupero del secondo. Si rivede in campo Giorgia G, Emma e Asia al posto di Vanessa, Caterina e Bianca. Continuano gli errori al servizio mentre Gaia M resta la banda più ispirata. Quasi tutti suoi e di Emma i punti della CEM in questo terzo set. Il set prosegue punto a punto, tra un attacco buono e uno in rete, un servizio ficcante e uno sbagliato. Le Avversarie per fortuna restano latitanti e sono ancora Emma e Gaia M a mettere giù i punti che ci portano fino al 10-13. Poi le avversarie iniziano ad attaccare e si portano fino al 14-13. E questo ci da la sveglia: 15, 16… ma le avversarie restano li. Entra Vanessa x Giorgia G. Due punti tirati x i capelli di Giorgia F. Poi due attacchi lunghi ed è ancora 19-19. Entra Cate e mette giù il 21 pari. Poi l'arbitro inizia a fare il fenomeno: fischia un tetto incredibile a Francesca su una palla sopra la linea della rete ed il palazzetto s'incendia, ma nella concitazione il Rodano porta a casa il set 25-21.

Nel quarto set le Micie Rosse iniziano concentrate fino al 5-0 per noi. Poi c'è Il ritorno del Rodano fino al 4-7 e Ramona inizia a scuotere la felpa. Ma in questo quarto set il Rodano ha iniziato a giocare. Due attacchi sbagliati di Vanessa ci scaraventano nel baratro. Poi è punto a punto con l'arbitro che continua a fare chiamate bizzarre. Sono tre ace di Giorgia F a riportarci sopra, e poi non molla il turno di servizio fino al 12-18. Poi si risveglia il Rodano che fa anche un paio di buoni punti e si riporta sotto. L'allenatore avversario chiama una contesa e l'arbitro glie l'accorda… È farsa. Ci vuole Antia a servizio per portarci fino a 18-23 e poi tra un colpo e l'altro fino al 20-25 che significa set e partita. Sudatissima, ma vinta.

Si chiude con il tuffo sotto la curva delle Tigri Rosse (ora sì, sono sicuro...).

Sa-lu-tate-la-ca-polista!

Under 16 Rossa: Vittoria (con sofferenza) contro Schuster

Under 16 Rossa: Vittoria (con sofferenza) contro Schuster

CEM Torricelli - Centro Schuster 3-1 (25-11 26-24 19-25 25-22)

Le Tigrotte Rosse hanno giocato in casa la penultima partita del girone di andata contro il Centro Schuster.

Dopo un inizio un po' incerto, dove le Nostre Ragazze apparivano abbastanza tese, ci portiamo in vantaggio con una serie di bei servizi di Giorgia F. Nonostante qualche esitazione e un po' di errorini in difesa la CEM mantiene il distacco raggiungendo una sempre maggiore concentrazione: il nostro gioco si fa più duro, le avversarie si confondono e ci portiamo sul 16/11. Oramai le Ragazze sono cariche, Cate arriva in battuta e non la lascia più: con una serie di azioni vincenti l'energia delle Tigrotte travolge lo Schuster fino all'ace finale che chiude il set 25/11. Brave Ragazze, vi vogliamo così.

Alla partenza del Secondo Set la concentrazione sembra vacillare: con un po' di fatica riusciamo a portarci comunque sul 10/5 ma poi prevale nel nostro campo la confusione, le Ragazze in campo non trovano più le misure e lo Schuster (pur senza brillare) ci riprende sull'11/11. La squadra procede con fatica e dobbiamo ringraziare il nostro capitano Vanessa  e ancora Giorgia se in mezzo a tanti errori reggiamo agli urti dell'attacco avversario. Le Tigrotte fanno fatica in difesa e ricezione e dopo essersi fatte raggiungere su un pericoloso 23/23 consentono addirittura allo Schuster di superarci.  Una palletta fortunata di Bianca evita il peggio e torniamo sul 24/24, le avversarie ancora ci superano (24/25 con sofferenza estrema del pubblico CEM) e ancora l'intervento della nostra alzatrice ci riporta sul 25/25. Due ace di fila di capitan Vanessa pongono fine alla nostra agonia e recuperiamo per il capelli il set chiudendo 26/24.

Il Terzo Set comincia bene ma dura poco. Le due squadre procedono in sostanziale parità, qualche bella azione non manca ma le avversarie tirano fuori la grinta, soprattutto sul servizio, senza trovare grandi ostacoli nella nostra ricezione: ci superano, aumentano il ritmo e l'aggressività  e con troppa facilità le lasciamo arrivare al 14/20. Finalmente le Nostre Ragazze tirano fuori un po' di orgoglio e riescono a riportarsi sul 19/21 però la difesa resta carente e chiudiamo il set con un deludente 19/25. Le Tigrotte qui si sono arrese e come d'improvviso si sono trasformate di nuovo in Micine.

Il Quarto Set, che speravano di non dover vedere, inizia con un bel filotto di battute di Giorgia che infonde un po' di coraggio alla curva CEM. Purtroppo le Ragazze continuano a comportarsi da Micine e gli unici punti che realizziamo sono sul servizio o grazie al gioco a rete di Vanessa. Logica conseguenza è che nuovamente lo Schuster si porta sul 10/15  che diventa poi un 17/21. Qualche esitazione delle avversarie favorisce la trasformazione delle Micine Rosse di nuovo in Tigrotte che ricominciano  a coagularsi e a recuperare. Arrivate al pareggio sul 21/21 continua il testa a testa fino a quando, con un paio di belle azioni di Gaia, Bianca e Giorgia riusciamo finalmente a staccare e a chiudere il set e la partita con un 25/22.

Vittoria complessivamente meritata ma davvero faticosa (anche per l'affezionato pubblico) che l'anno scorso non saremmo mai riusciti a portare a casa. Le Ragazze hanno dimostrato di avere carattere, di saper recuperare la concentrazione e anche riprendersi dai momenti di appannamento però bisogna, già a partire da questa settimana, lavorare ancora più duro e con più concentrazione  per evitare quei blackout che con un avversario più temibile potrebbero costarci cari.

Prossimo appuntamento con il Rodano per giocarci il primo posto nel girone di andata: speriamo che le Tigrotte facciano tesoro dell'esperienza e tirino fuori le unghie.

Forza CEM!!!